versi arrangiati

 

inverno in città

 

 

Un gelido vento
s’insinua
nelle ossa
negli anfratti
congela strade e piazze
Cappotti allacciati e sciarpe avvolgenti
per gente frettolosa
che corre
verso il tepore di casa
*
Barboni intirizziti
attendono
la chiusura dei negozi
per impadronirsi
del loro pezzo di marciapiede

 

 

 

17 marzo 2003

 

marica riccardelli