l'angolo della mia preghiera

 

 

immagine reperita in rete

il posto vuoto

(preghiera scritta in occasione della celebrazione della messa del 7 gennaio 2013, in suffragio delle anime di giovani morti prematuramente)

 

 

 

Signore,
noi non conosciamo il Tuo disegno, sappiamo soltanto che, coinvolgendoci nel Tuo progetto, ci hai donato la vita. Hai affidato a ognuno di noi un incarico da portare a termine su questa terra e, quando lo avremo completato, torneremo a Te. Questo potrà accadere in qualsiasi momento della nostra esistenza.
Malgrado la consapevolezza di ciò, Ti confessiamo che, tra di noi, in molti non abbiamo   affrontato cristianamente la dura prova alla quale ci hai sottoposti. Ci siamo lasciati sopraffare dal dolore quando hai richiamato al Cielo le creature  da Te affidateci, affinché le  guidassimo nel cammino della vita terrena.
Troppo poco è durato il nostro impegno nei loro confronti.
Quanto dolore, quanto rancore e rabbia, abbiamo provato, noi fragili esseri  umani,  di fronte a una scomparsa considerata contro natura.  Quanti i “perché” senza risposta.
E’ difficile, nei momenti di profondo sconforto, reagire da buoni cristiani e accettare la Tua volontà come un segno d’amore.
Di questo, Signore,  Ti chiediamo perdono. Se siamo qui, è perché abbiamo fede in Te e invochiamo il Tuo aiuto per non offenderTi  mai  più.
 Ti supplichiamo, con tutto il cuore, di rafforzare la nostra fede. Fa che mai vacilli  la certezza che un giorno ritroveremo ad attenderci nel Tuo Regno, quei figli che  impropriamente chiamiamo nostri.
Dacci la forza, Signore, di accettare la loro assenza poiché il tempo non modifica l’intensità del dolore, soltanto ci abitua a conviverci. Rendi meno amari i giorni in cui la famiglia si riunisce tutta e quel posto vuoto a tavola fa ancora più male e lacera dentro.
Dona la pace alle loro anime  e a noi .  Soprattutto, proteggi e inonda della Tua luce i figli che hai chiamato a Te.

Amen                              

 

 

marica riccardelli